Newsletter

Iscriviti alle newsletter: ti invieremo le offerte e le novità in tempo reale

Kawai a Ledro 2010

“Kawai a Ledro” nasce da un’idea di Roberto Furcht - amministratore delegato della Furcht & C. di Milano - che nel 2004 propose una rassegna concertistica di alto profilo artistico. La stagione (cinque concerti estivi e uno ‘natalizio’) realizzata dal Comune di Ledro col patrocinio della Provincia di Trento, si avvale del pianoforte Gran Coda da concerto “Shigeru Kawai” messo a disposizione dalla Furcht & C.


Appuntamento esemplare e molto atteso “Kawai a Ledro” presenta quest’anno, per la prima volta anche un grande complesso sinfonico. Sarà l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano a inaugurare la stagione: sul podio il direttore belga Pieter De Boer, finalista al Concorso Pedrotti 2010, mentre il giovanissimo violinista milanese Edoardo Zosi interpreterà il popolare Concerto di Beethoven. Ancora un’ospitalità di grande interesse per il pubblico sarà quello del Trio Čajkovskij (Pavel Vernikov, Alexander Chaushian e Konstantin Bogino), prestigioso e storico complesso russo. Debutterà a Ledro il neonato quartetto con pianoforte formato da Davide Cabassi, di famiglia in valle, e tre componenti del celebre Quartetto Prometeo: il programma di straordinario interesse prevede anche un omaggio a Mahler, nel centenario della morte.

Per ragioni diverse non hanno bisogno di presentazioni i grandi protagonisti dei tre recital pianistici. Prosegue la tradizione che ha fatto di “Kawai a Ledro” una sorta di archivio storico dei vincitori del Premio Busoni. Per primo suonerà e debutterà a Ledro Boris Bloch, vincitore dell’edizione del 1978, che propone un omaggio a Franz Liszt (a 200 anni dalla nascita) intrecciato all’esecuzione di Sonate di Scarlatti. Un ritorno è invece è quello di Roberto Cominati (Busoni 1993) alle prese con la spettacolare accoppiata Ravel/Schumann. Del tutto originale nell’impaginato e nella raffinata scelta di brani (tra gli autori Satie, Chaplin, Rota, Morricone e Williams) la serata dedicata al rapporto tra musica e cinema proposto da Michele Fedrigotti, un pianista dai forti legami affettivi e familiari con la valle.

Da scoprire il concerto di Natale. L’estro di Danilo Rea, jazzista e improvvisatore versatile e imprevedibile capace di passare da Verdi a Dè Andre, garantirà molte emozioni musicali a questo ormai tradizionale appuntamento di fine anno.

Eventi & News




tracks

  Chameleon Mime - Everybody

  Quasi 57 - Medley anni 60

  Nastroy Snahy - Velky Bratr

  V-Poradku - To se ob as sta va

  Detaran - Pour passer le rhone

ascolta tutti

 

www.ledroinmusica.it on Facebook