Newsletter

Iscriviti alle newsletter: ti invieremo le offerte e le novità in tempo reale

> Schede gruppi 2011

Me, Pek e Barba

 

me pek e barbaI Me, Pek e Barba nascono nel 2002 a Roccabianca. Sono alcuni amici d'infanzia che decidono di mettere in musica l'emozione, le storie, le leggende, e le persone della propria terra: la bassa parmense.
L'esperienza che viene compiuta dal gruppo è un viaggio attraverso la musica folk e popolare che parte dalla propria terra, ma che va a spaziare nella musica irlandese, e non solo. I richiami alla musica d'autore, alla canzone da osteria, alla tradizione folk e quelli puramente casuali si intrecciano in un genere schietto e sincero che si addice a queste terre nebbiose. I pezzi scritti dal gruppo, alcuni dei quali in dialetto, hanno la capacità di rievocare tempi andati, volti dimenticati, esperienze che nella loro "normale eccezionalità" toccano un po’ tutti noi nel profondo.

In questi anni pubblicano due album apprezzatissimi anche dai critici che premiano i Me Pek e Barba in concorsi di rilevo nazionale. Partecipano alle finali provinciali di Rock Tagato Italia e vincono al Concorso “Augusto Daolio”. La scena folk italiana li conosce anche per aver condiviso il palco con artisti di primissimo.

 

 

Accaunoenneuno

accaunoenneunoLa band H1N1 nasce a Bologna nell’estate 2009. Un agglomerato di personaggi provenienti da generi ed esperienze differenti, raggruppati per dare piena voce alla loro ignoraza musicale.
Questo gruppo vi contagerà con la stessa brutalità di un gatto attaccato ai maroni, senza
lasciarvi possibilità di fuga.

Lelo, Ale, Lollo, Alain, Gamba
Rectius (N.D.R.): Vieni alla Festa della Musica il 18 giugno 2011, Bezzecca.

Mischiano ruvidamente, metal punk, rock, iniettando un po’ di energia anche a qualche vecchia canzone che si risveglia a 220v.

 

 

Carl Graf

 

Carl Graf proviene da Renon (BZ). Abita e lavora da molti anni a Riva del  Garda e suona la fisarmonica per hobby: musiche della tradizione alpina e folkloristica, esibendosi in case di riposo e presso le associazioni di volontariato.

Ha già partecipato ad alcune edizioni della Festa della Musica sia in Valle di Ledro che ad Arco.


carl graf

Gran Torino

 

Gran Torino è una formazione progressive rock Veronese che porta avanti un progetto musicale di composizione strumentale; Cristiano (chitarra), Alex (tastiere) Gian Maria (batteria) e Fabrizio (basso) iniziano la loro collaborazione artistica nel 2000 come cover band delle grandi band hard rock degli anni settanta. La band decide però di cominciare un nuovo ambizioso progetto musicale più orientato al versate progressive della scena rock e così a partire dal 2009 l’impegno si rivolge alla creazione di un prodotto che intende riassumere la raffinatezza e il tecnicismo delle maggiori progressive rock bands degli anni 70; a partire da una propria identità rock n’roll i Gran Torino mischiano e fanno crescere nelle proprie melodie radici che si collocano fra i Genesis, Kansas, King, Krimson, Jethro Tull e PFM, che convivono grazie al duro lavoro di composizione, arrangiamento e registrazione.

Technicality, emotions and fun, all mixed together to create a new product: grantorinoProg, rock–progressive made in Italy!

gran torino

  Clipper


Non è facile “etichettare” lo stile di questa band marchigiana: si definiscono una rock and roll band, ma arricchita dalle influenze di american country e irish folk, ciò che sicuramente ne esce è un sound ibrido intrigante, insolito per una band italiana. Tutte queste contaminazioni si gettano nell’ultimo album, “Make my day”, nel quale poi emergono con sorprendente forza musicale influssi di colossi come The Clash, o reminescenze british tipicamente beatlesiane. Su questo sfondo musicale frutto di mescolanza tutt’altro che casuale si distingue la vocazione cantautorale nell’attenzione nello scrivere i testi; ricostruendo la “genealogia” del “clipper sound”, potremmo dire che da un ceppo d’origine rock ‘n roll si sviluppano verso il pubblico le ramificazioni del country, del folk, del blues, tradizioni diverse ma geneticamente legate.

clipper

Diaeffe

 

DI come De, A come André, EFFE come Fabrizio.
Paolo Berlanda, chitarra elettrica, Massimo Portoghese, chitarra finger picking, Roberto Feliciano, voce e chitarra propongono un repertorio completamente dedicato al grandissimo Faber cercando di ripercorrere tutta la cronologia discografica che lo riguarda: una sfida affascinante che si traduce proporre al pubblico almeno un brano per ogni album prodotto dal grande Faber, cercando così di rendergli un omaggio/tributo in tutta la sua dimensione artistica.
Dopo un inverno di prove in studio, il prossimo 18 giugno sarà la data zero per i Diaffe!! Non poteva esserci occasione migliore.

Nibraforbe

 

Dicono di sé stessi: il gruppo si forma per scherzo nel 2008, a Trento, nibra e forbe si amarono e dal loro rapporto nacque "i" il terzo componente della band!! il gruppo ha all'attivo 2 ep e un cd (tutti autoprodotti e scaricabili dal web) il sound si caratterizza per un uso inappropriato di tecnologia e strumenti classici, di oggetti visivi e sonori da palco e da uno spiccato senso d'auto ironia importanti per la band sono gli eventi atmosferici, i ricordi dell'asilo e l'idea di droga nella societa'! Un sound dunque insolito dove varie influenze si rincorrono, da Paolo Conte a Lucio Battisti, passando per ila disco anni 80 e 90 in un elettropoprock mix a tinte alpine!!

Nik Perry Blues

 

Il repertorio è un mix dei differenti gusti musicali dei componenti, e spazia tra cover blues, pop, funky e rock fino al “zavariaggio”, altro termine proveniente dai deliri “del Ciano”, indicante le performance improvvisate solitamente a fine concerto.
La scaletta prevede brani di cantanti quali Linda Perry, front-woman dello splendido gruppo “4 Non Blondes”; Alanis Morisette; Eva Cassidy; Anouk; Bonnie Raitt; Skunk Anansie fino ad arrivare alla Marshall Tucker Band e ai Led Zeppelin, e qualche incursione nel panorama musicale italiano, con “America” di Gianna Nannini e la storica “Impressioni di Settembre” della PFM.

Tornano alla Festa della Musica dopo la bella esperienza della scorsa edizione.

Storm of damnation

 

Da Cassino (Fr) gli STORM OF DAMNATION sono attivi già nel 2003, nel 2004 arriva già il primo Demo autoprodotto, “you should be here” e i suoni sono quelli puramente Grunge dei migliori anni novanta. Vantano fin dagli esordi varie partecipazioni in compilation di rilievo internazionale e nello stesso anno parte un giro di date nel nord italia che sarò solo il primo di un vagabondaggio di palchi in tutta Italia che condensa la loro esperienza live e che li porta a calcare i maggiori palchi della scena alternative grunge italiana. Da sempre capaci di adattarsi alle più diverse situazioni musicali live senza mai tradire l’essenza del propri sound partecipano quest’anno di nuovo ad una edizione della Festa Europea della Musica dopo la partecipazione con gli amici di Cervia nel 2006. Gli appassionati li avranno sentiti sulle frequenze di una delle tante free radio che negli ultimi anni ha passato i loro pezzi. Dal 2009 ripartono con un nuovo line up che contribuisce all’evoluzione musicale del gruppo verso sound alternative rock che caratterizza l album del 2010. Melodie infuocate e sano Rock da godersi.

storm of damnation

The Buskers

 

The Buskers, un duo musicale trentino nato da poco, Enrico (chitarra, cori) e Stefania (voce). Hanno in comune la passione per il rock che ha fatto storia e tutte le sue sfumature. Ora hanno deciso di cimentarsi nel mondo dell'unplugged per tentare nuove sfide ed arricchire loro stessi provando a dare una personale interpretazione ai pezzi, interpretazione che come ci hanno dimostrato durante la scorsa edizione delle Festa della Musica, riesce alla grande!

thebuskers

Toleko

 

I Toleko prendono il loro nome dalle bici-taxi (toleka) che trasportano di tutto (merci e persone) per le strade dissestate del Congo. Il gruppo nasce a Milano dall’incontro di Matteo Santagostino e Gabriele Bianchi che, nel settembre del 1999, dopo aver suonato insieme in una cover band decidono di staccarsi dal gruppo per scrivere canzoni insieme. A partire da agosto 2000, ogni estate, i Toleko girano l’Italia in lungo e in largo suonando per le strade e per le piazze delle più (e meno) importanti città italiane. Il genere musicale proposto dal gruppo potrebbe essere definito un indie folk-rock prevalentemente acustico

Delo loro ultimo lavoro la rivista “Il tonnuto” ha scritto: “Il nuovo viaggio musicale che hanno intrapreso ora è molto interessante, un progetto del tutto particolare; un lavoro che sicuramente ha dietro una grande passione per la letteratura anglosassone. Un prodotto culturale di prima scelta dato che i testi sono ispirati alle composizioni di artisti quali Oscar Wilde, John Keats, Samuel Taylor Coleridge e Percy Bysshe Shelley.” Collaborazioni “diacroniche” da non perdere.

Zona Acustica

 

Zonacustica nasce nel 2004 come rassegna di concerti e open mic organizzati dal chitarrista Giovanni Ferro in un pub nei pressi di Soave, il Gepo's. 

La rassegna ha ospitato noti chitarristi acustici, tra gli altri Dario Fornara, Gianluca Sanvito, Roberto Dalla Vecchia, Luca Francioso, Franco Cortellessa e molti altri. 

Nel maggio 2007 Zonacustica diventa un'associazione culturale che naturalmente si occupa di eventi legati alla musica e alla chitarra fingerstyle e acustica in particolare. 

L'associazione vive grazie alla collaborazione di molti chitarristi e appassionati sparsi in tutto il paese, che con entusiasmo amano ascoltare, suonare e promuovere eventi legati alla chitarra

zona acustica

I Plebei

 

Nascono nel 1996 e dopo un inizio da cover band d’autore iniziano a produrre brani inediti che si

indirizzano verso sonorità sempre più acusitche. I Plebei suonano canzoni originali, in uno stile a

metà tra folk e swing, con un occhio anche alla musica d'autore italiana. Attualmente sono impegnati

nella presentazione in concerto dello spettacolo "LUCINFUGA", “esportato” anche fuori regioni in festival,

locali, circoli culturali e teatri.

Tablo

 

Cantautore polistrumentista, dal 2007 ad oggi sui piccoli palchi del nord italia. Due album: "Il giorno del metronomo" [2008] edito dall'etichetta 'AveIt Edizioni Musicali e il più recente "Non mi senti" [2010] edito dalla bresciana Mizar Records. Nella primavera del 2010 il singolo "Dubai" finisce in rotazione su un buon numero di radio nazionali che si occupano di musica emergente. "Non mi senti" ottiene recensioni positive sulle riviste ed i siti web del settore. Dopo una lunga serie di concerti accompagnato dai "metronomi" (C.Mondini, O.Meyredi, G.Aimo) Tablo continua l'attività live con piccoli e rari concerti solisti, proponendo le canzoni come sono nate. Nel frattempo raccoglie le idee per il prossimo disco e collabora con il musicista e pittore Claudio Gurra in un progetto elettro-acustico chiamato “Protosamba”.

tablo

Shaolin Temple Defender

 

In un epoca in cui il mondo occidentale rincorre freneticamente il futuro accelerando inesorabilmente il nostro ritmo vitale, i nostri eroici monaci difensori del Tempio di Shaolin con il loro nuovo album sembrano invocare più tempo, cura e attenzione per rielaborare sempre meglio lo stile classico Soul-Funk con i ritmi urbani del nostro tempo. Dopo aver girato il mondo degni eredi di band come J.B.’s o The Meters, gli Shaolin Temple Defenders ritornano in Italia capitanati dal “Lion of Bordeaux” con una serie di concerti esplosivi E FANNO TAPPA A BEZZECCA PER LA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA 2011!

shaolin

The Yuya

 

Il duo The Yuya si forma nel 2008 dopo un incontro casuale in un festa di matrimonio in maschera, il loro sound si potrebbe incastrare fra acoustico “fuelled”, toe tapping. Dai loro primi concerti londinesi non hanno mai smesso di esibirsi, oggi hanno più di 150 live shows, fra Regno Unito, in giro per l’Europa e con un’apparizione al  Festival di Casamance (Senegal). Le influenze musicali non sono facilmente rintracciabili ma sicuramente sono una band fresca, originale. A sorprendere è pero soprattutto la potenza e l’energia del sound di un duo voce-chitarra. The Yuya sono Constance Darlymple , voce ed Eliseo Soardi, chitarra.

yuya

Virus

 

17 anni di attività, oltre 200 concerti nei più prestigiosi spazi live del Trentino, un demo che funziona come impeccabile biglietto da visita: i Virus sono una rock-band nata (e cresciuta, molto cresciuta) in val Giudicarie,. Sisto Cazzolli (batteria e percussioni), Maurizio Failoni (chitarra) e Maurizio Fantato (tastiere), Sergio Malacarne (basso) e Marco Parolari (voce e chitarra) sono una band molto affiatata e compatta che rivisita le cover più belle di Doors, Creedence, Rolling Stones, The Who, Deep Purple, The Beatles, Steppenwolf ovvero il meglio degli anni Sessanta-Settanta. I cavalli di battaglia sono i classici più classici, quelli che trascinano il pubblico al primo ascolto. Insomma una band dalle idee chiare, dai suoni sinceri, semplici e accattivanti, che tratta con rispetto le cover senza avventurarsi in ambiziose riletture personali. virus

Becker

 

I Becker si formano in Svizzera, il nome deriva da Tom Becker nickname affibiato al cantante, Guillermo Adria e l’origine casuale della band (con musicisti provenienti da Svizzera, Spagna e Germania), si deve a una festa a Basilea, dove un’improvvisata jam session sorprende il pubblico, generando anche l’idea di formare un gruppo. Una parte della formazione proviene dai Manana me chanto (che gli affezionati della Festa della Musica di Ledro ben conoscono), ma la formazione è stata in continua evoluzione. I Becker hanno suonato in tre continenti e 20 paesi, portando con lo loro le sonorità reggae, rumba, samba, salsa in un mix di contaminazioni artistico, musicali che non dimenticano di trattare, attraverso i testi, gli importanti temi della sensibilizzazione sociale e ambientale.

Attenzione: ritmo altamente contagioso.

 

Claudio Gurra, Seimone Gelmini & Osman Meyredi, special guest Jeanmarie Pons

 

Quattro artisti che formano un sodalizio per dare vita ad uno spettacolo che oscilla fa musica, poesia e avventura narrativa
 
PRESENTANO ¿L’INCOGNITA DELLE SPEZIE?
(possibili canzoni di miopi deliri in tre gironi)
SPECIAL GUEST: PONS
 
La trama: il capitano Mayo, Kalo & Rano navigano sul mare della memoria alla ricerca d'emozioni perdute. In tre giorni gli indomiti capitani, a bordo della loro nave pirata, aggiusteranno la rotta ritrovando così quell'emozioni che un tempo gli facevano solcare i mari più impervi ed esotici.
 
Claudio Gurra: cantautore, musicista, pittore & scrittore... 
Simone Gelmini: batterista & percussionista...
Osman Meyredi: Contrabbassista & musicista polistrumentista...
PONS: CANTAUTORE, POETA & SCRITTORE FRANCESE... ospite speciale del viaggio.

 

Papataci

 

A Settembre 2010 la band vince l'ambìto Rock Targato I talia; Il commento finale dei giudici: "Hammond, gusto e capacità musicali, brividi." I Papataci sono una band giovane nell'unione, che avviene nel 2007, ma non nella formazione che li vede impegnati da sempre nella musica con un vasto background di esperienze. La passione li unisce, le abilità si fondono e assieme crescono, maturano per sfociare in un mix di generi che porta i Papataci a muoversi su sonorità che richiamano gli anni ' 70 con una chiave moderna e allargata ad altri generi come lo stoner, la psicadelìa, il blues, Hendrix, per citarne alcuni. Prende il nome dalla band, il primo ep sfornato da PAPATACI (Gennaio 2011) Pensato e scritto interamente in italiano, racchiude l'esperienza di quattro musicisti che hanno imparato a condividere tutto a parte le rispettive consorti… papataci

Nik Perry Blues

 

Il repertorio è un mix dei differenti gusti musicali dei componenti, e spazia tra cover blues, pop, funky e rock fino al “zavariaggio”, altro termine proveniente dai deliri “del Ciano”, indicante le performance improvvisate solitamente a fine concerto.

La scaletta prevede brani di cantanti quali Linda Perry, front-woman dello splendido gruppo “4 Non Blondes”; Alanis Morisette; Eva Cassidy; Anouk; Bonnie Raitt; Skunk Anansie fino ad arrivare alla Marshall Tucker Band e ai Led Zeppelin, e qualche incursione nel panorama musicale italiano, con “America” di Gianna Nannini e la storica “Impressioni di Settembre” della PFM.

Tornano alla Festa della Musica dopo la bella esperienza della scorsa edizione.

 

The Priscillas

 

3 ragazze e 1 lord inglese alla batteria, dediti al rock’n’roll più danzereccio in circolazione. Ora come ora sono un fenomeno in Inghilterra con prime pagine su importanti riviste non solo musicali e citazioni di da gente illustre come Franz Ferdinand, the Damned e Cramps. Un gruppo che detta stile e allo stesso tempo fa bollire il sangue nelle vene con il suo pop-punk al femminile. Presentano il loro secondo album, “10.000 volts”, a suon di divertenti shows al fulmicotone. Allenatevi a casa prima di venire a ballare con le Priscillas. (descrizione by Missin’ link) priscillas

 

The Meteopathics

 

I ritmi spensierati degli anni ‘60s fusi con la dirompente energia del punk. Voci maschili e femminili che si intrecciano, in un’orgia frenetica all’interno di una caverna preistorica. I ragazzi trentini si divertiranno a cantarsele e suonarsele di santa ragione alla faccia dei tempi moderni. Puro garage punk nostrano che farà scuotere i vostri flaccidi culetti. (descrizione by Missin’ Link)

 

Arkemia

 

Gli Arkemia nascono nel 2009, principalmente come cover band di stampo metallaro, tuttavia nel

corso del 2010 in cinque decidono di comporre alcuni pezzi con influenze molto varie dal metal più aggressivo al pop. Dopo aver riordinato le idee ed aver ridotto la formazione all'osso da gennaio propinano cover di stampo rock, arrangiato in modo primitivo ed essenziale.

arkemia

Corpo Bandistico Valle di Ledro

 

Fondato nel 1987, il Corpo Bandistico Valle di Ledro è attualmente composto da 35 componenti effettivi, in maggioranza molto giovani, e da oltre 40 allievi. Il suo repertorio spazia dalla musica popolare, a quella originale per banda, dai brani d’opera alle colonne sonore. Accanto alle esibizioni in Valle, il complesso... è stato protagonista, negli anni, di numerose uscite: a Legnago, Viadana, Roncone, Limone, Arco, Malcesine, Tignale, Revò, Riva del Garda, Ala, Tenno e, più recentemente, a Melzo, a Müllheim, cittadina tedesca gemellata con la Valle di Ledro, ed in Boemia. Negli ultimi tempi la Banda ha avviato una proficua attività di collaborazione con le Scuole musicali di Riva del Garda ed Arco nell’organizzazione dei corsi musicali per i nuovi allievi. L’attuale direttore è Marco Isacchini, insegnante presso la Scuola musicale di Riva ed apprezzato musicista attivo in molte orchestre nazionali fra le quali l’Orchestra del Teatro alla Scala e l’Orchestra “Arturo Toscanini” sotto la direzione di importanti maestri come Riccardo Muti e Miroslav Rostropovic. banda

New Vocal Ensemble

 

Il New Vocal Ensemble nasce in Senigallia con lo scopo di promuovere e diffondere la cultura musicale, con la convinzione che la cultura sia in grado di nobilitare l'uomo, educandolo ai valori etici, morali e dello spirito, nonché ai valori sociali del dialogo e della pacifica convivenza. Ricercando e ricreando atmosfere dal sapore arcaico e denso di misticità, ogni anno si esibisce in numerosi concerti e rassegne proponendo repertori nuovi e sempre originali, favorendo la diffusione di capolavori polifonici dei contrappuntisti del passato e di nuove opere dei maestri del nostro tempo. Ha partecipato ad importanti manifestazioni tra cui la Festa Europea della Musica, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo spettacolo, e la Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Ha registrato il CD Gloriosa di musica sacra contemporanea e il CD Cantico di frate sole in occasione delle Celebrazioni per l'Ottocentenario della Fondazione dell'Ordine Francescano 1209-2009. Collabora con Enti e Istituzioni, aderisce alla Consulta per la Cultura del Comune di Senigallia e riscuote l'interesse di media come la Radio Vaticana, il TG R Marche e altri. I componenti stabili del New Vocal Ensemble sono Ornella Politi soprano, Marco Ferretti tenore, Carlo Giuseppetti baritono. new vocal ensemble

Eventi & News




tracks

  Chameleon Mime - Everybody

  Quasi 57 - Medley anni 60

  Nastroy Snahy - Velky Bratr

  V-Poradku - To se ob as sta va

  Detaran - Pour passer le rhone

ascolta tutti

 

www.ledroinmusica.it on Facebook